Alcune realtà agricole interessanti nella provincia di Padova – Soc. Agr. “San Clemente” e Coop. Agr. “El Tamiso”

Negli ultimi mesi ho avuto la possibilità di conoscere e visitare alcune realtà agricole interessanti e che meriterebbero ben più visibilità che non un post in questo blog.

Per una trasmissione televisiva (che potete vedere qui) ho potuto apprezzare il lavoro dell’amico Luigi nell’azienda agricola di famiglia “San Clemente” (Via Carbonara 43 a Borgoricco – PD).
Luigi con suo papà Giuseppe si prendono cura di una cinquantina di maiali, acquistati in tenera età ed alimentati con granaglie prodotte nei terreni che vengono lavorati direttamente da Luigi.
Il controllo dell’alimentazione per gli animali è un elemento qualitativo non indifferente e che permette all’azienda San Clemente di produrre salumi ed insaccati in genere di altissima qualità.
La macellazione viene fatta all’esterno dell’azienda, mentre la lavorazione viene fatta nel laboratorio aziendale, recentemente costruito.
Attenzione però, se volete assaggiare i salumi e gli altri prodotti dovrete essere accorti: la produzione limitata, che però attraverso la vendita diretta permette a due famiglie quella di Luigi e quella di suo papà, va a ruba e c’è il serio rischio di non trovare quello che cercate!!!
Trovate il banco vendita nei mercatini del
sabato mattina alla Guizza (PD) in Piazza Cuoco, e del
giovedi mattina a Casalserugo (PD).

Un’altra interessante realtà (di ben altra grandezza) è la famosa Cooperativa El Tamiso, che ho avuto modo di conoscere grazie al Presidente Franco, in occasione di una conferenza, in Marocco, sull'”agricoltura familiare nelle oasi” alla quale abbiamo partecipato (grazie ai contatti dell’ass.ne “Ya Basta!“, che ringrazio). Potete trovare un resoconto del viaggio qui

Si tratta di una cooperativa agricola con una 50ina di “soci conferitori”, che coltivando biologicamente le proprie terre, riforniscono la cooperativa la quale, con un magazzino al MAAP, si occupa della vendita dei prodotti dei propri associati, permettendo così una migliore e più giusta remunerazione degli agricoltori.

E’ una realtà “storica”, fondata nel 1984, che ha avuto la capacità di fare del metodo di coltivazione biologico oltre che una bandiera una concreta scelta imprenditoriale per i propri associati, che attraverso una comune scelta agrotecnica si auto-garantiscono il reddito necessario per vivere, oltre ad aver generato, nel tempo, diversi posti di lavoro.

Al prossimo post!

Condividi:
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on Pinterest