Corso di innesto e potatura

Corso di innesto e potatura

Il fine settimana appena trascorso è stato estremamente interessante sia per le importanti cose imparate sia per la realtà che ho avuto l’occasione di conoscere.
Sono stato a trovare, infatti, Enzo Maioli un vivaista che continuando il lavoro iniziato dal padre è riuscito a recuperare con un lungo e certosino lavoro più di 1500 varietà di piante antiche e frutti curiosi.

Un week end quindi di formazione ma che mi ha permesso anche di conoscere una spendida realtà familiare nella quale lavorano spalla a spalla 3 generazioni della stessa famiglia (ed ovviamente altri dipendenti).

Molto generosa l’accoglienza, con due pranzi quello di sabato e di domenica abbondanti e genuini.
Il corso è stato intenso e interessante con la prima giornata incentrata sul racconto dell’esperienza diretta fatta da Maioli nell’arco degli anni e delle motivazioni che l’hanno portato a continuare un così importante lavoro di conservazione, ricerca e tutela delle biodiversità.
Il pomeriggio di sabato l’innestino dell’azienda ci ha spiegato e fatto vedere i vari metodi di innesto: a gemma, a spacco, a corona e a triangolo.

Il giorno seguente con la presenza del vulcanico dott. Giovanni Rigo, storico collaboratore di Vita in Campagna, siamo di nuovo tornati sull’innesto e sulle varie forme di allevamento dei frutti antichi.

Nel pomeriggio la prova in campo ci ha permesso di mettere in pratica gli insegnamenti teorici ricevuti nei due giorni.

Entro breve toccherà mettere in pratica tutte le tecniche imparate per allestire il piccolo frutteto familiare di varietà antiche che farà parte dei percorsi didattici in preparazione per l’anno prossimo.

Per conoscere qualcosa in più dei frutti antichi vi consiglio di dare un occhio al sito di Enzo Maioli (raggiungibile da questo link) fatto anche questo con estrema cura e nel quale troverete la banca dati di tutti i frutti ricostruiti da questo signore che è riuscito a trasformare una sua passione in una concreta e importa realtà.

Condividi:
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on Pinterest